Ec. Island

Ec. Island è uno street artist e writer, completamente autodidatta. Grazie alla sperimentazione di varie tecniche in ambito della Urban Art è diventato un artista a tutto tondo: cambiano i supporti ma il medium è lo stesso.

Fin da piccolo è rimasto affascinato da quest’arte, tanto che già a 10 anni iniziava la sua sperimentazione con le prime bombolette,  opera da autodidatta nel panorama artistico da ormai oltre 7 anni. Fin da bambino, camminando per le strade ricolme di graffiti che osservava con occhi avidi di curiosità e affascinati, ha capito che la street art sarebbe stata la sua strada.

Non si ispira ad un vero è proprio modello, ma al contrario è convinto che la sua arte sia governata dal caos. I suoi murales sono caratterizzati da pareti sporche, logorate dal tempo ed ogni tratto ha dei rimandi che non sono per niente casuali.

Una delle sue sfide maggiori è stata una delle prime commissioni ricevute: una parete di oltre 30 metri, fatta in 3 giorni, che gli ha permesso di imparare veramente molte cose, ha lasciato spazio all’improvvisazione, come del resto fa con ogni suo lavoro, rimanendo sempre fedele al suo stile e al suo modo di essere.

La street art potrebbe essere un modo per riqualificare parti di città, in quanto per Ec. Island l’arte è un bene pubblico che deve essere fruibile per ognuno.

Ec. Island

Chiara Martine Menchetti

Storica dell’arte specializzata in iconografia e iconologia con una specializzazione in Storia dell’arte all’università di Pisa. Si forma professionalmente prima come assistente di galleria, Barbara Paci, poi come Direttrice della Galleria Vecchiato Arte. Dal 2019 collabora per Art-Test, società di studi e analisi diagnostiche, per attribuzioni e autenticazioni. Fondatrice del blog Mag Arte, vive di arte e di mare. Ma il suo vero sogno sarebbe stato fare la cantante, cabarettista e ballerina.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *