Alcuni autori medievali narrano che dopo Leone IV, nel 855, una donna arrivata a Roma travestita da frate sarebbe diventata papa. Avrebbe cambiato il suo nome in Giovanni Anglico, o Angelico, sarebbe stata scoperta 3 anni più tardi durante una processione poiché partorì un figlio. Con ogni probabilità si tratta di un falso storico.

In nessuna cronaca ufficiale viene menzionato l’evento del parto, ma molte fonti raccontano di una donna che riuscì a diventare papa.

Raffigurazione del parto della papessa Giovanna
Raffigurazione del parto della papessa Giovanna nella pubblicazione di Heinrich Steinhöwel (1474, Ulm)

Martin Polono di Troppau, nelle sue Cronache dei pontefici e degli Imperatori XIII secolo e la Cronaca di Norimberga sono d’accordo nel raccontare l’elezione a pontefice di una donna di nobili origini, inglese ma nata a Magonza. La nobildonna si sarebbe innamorata di un monaco benedettino e, vestendosi con abiti maschili, lo avrebbe seguito lungo il suo viaggio da Atene a Roma.

Facendosi credere un uomo, e grazie alla sua cultura, dopo la morte di Leone IV, riuscì a divenire Papa nell’855, e avrebbe regnato col nome di Giovanni VIII per oltre due anni.
Fra la morte di Leone IV e l’elezione di Benedetto III non passarono che poche settimane.La papessa durante una processione, sarebbe stata smascherata in quanto fu colta dalle doglie e partorì.

La Papa donna

Polono racconta che la papessa si faceva chiamare: Giovanni Anglico o Angelico. Secondo quest’ultimo la veridicità dell’avvenimento sarebbe confermata dal fatto che nei secoli successivi le processioni a Roma evitarono una particolare via, quella dove presumibilmente sarebbe avvenuto il parto.

Il domenicano Stefano di Borbone, nel suo De septem donis Spiritus Sancti, narra una storia simile, ma accaduta alcuni decenni dopo, nel 1100.

Come può esser nata la leggenda del Papa donna?

Probabilmente alcune donne erano particolarmente potenti e importanti nella Roma del X secolo, nel XII secolo negli ordini monastici femminili c’erano donne di grande cultura teologica e con tutte le carte in regola, “purtroppo” erano di sesso femminile, per arrivare al soglio pontificio.

Purtroppo mancano le prove

Non vi sono prove concrete dell’esistenza della Papessa e i protestanti furono accusati dalla Chiesa di Roma di aver inventato la storia, Nel 1998 uno studioso cattolico inglese, Peter Stanford, sostenne però nuovamente l’esistenza della papessa.

Chiara Martine Menchetti

Storica dell’arte specializzata in iconografia e iconologia con una specializzazione in Storia dell’arte all’università di Pisa. Si forma professionalmente prima come assistente di galleria, Barbara Paci, poi come Direttrice della Galleria Vecchiato Arte. Dal 2019 collabora per Art-Test, società di studi e analisi diagnostiche, per attribuzioni e autenticazioni. Fondatrice del blog Mag Arte, vive di arte e di mare. Ma il suo vero sogno sarebbe stato fare la cantante, cabarettista e ballerina.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *