La sposa di Gustav Klimt

Tutti amiamo Gustave Klimt e sicuramente almeno una volta ci siamo chiesti il significato delle decorazioni negli abiti dei suoi personaggi.

Sono solo semplici decorazioni?
Hanno dei significati particolari?

Klimt nelle proprie opere inserisce elementi decorativi che assumono una funzione evocativa, con lo scopo di mettere in comunicazione il passato più lontano dell’umanità con il presente. Sono segni arcaici, che non provengono da un’ispirazione delle opere musive di Venezia o Ravenna, come la maggior parte di noi potrebbe pensare.

Gustav Klimt: 5 curiosità sull'affascinante artista eclettico - Lo Sbuffo

I simboli utilizzati dall’artista hanno lo scopo di rafforzare una decodificazione, da parte dello spettatore, intuitiva mettendo in moto l’automatismo dell’inconscio. Quindi non solo una mera attenzione decorativa, ma una vera e propria comunicazione linguistica.
I triangoli, i rettangoli, cerchi e molti altri simboli che sono presenti nei dipinti del pittore viennese, provengono da una tradizione ancestrale, con radici profonde che, donano preziosità non solo estetiche e compositive. Erroneamente la critica afferma che, queste forme, siano state inserite dall’artista solo per creare un’armonia formale, banalizzando i simboli ad una scelta estetica.

Gustav Klimt

Chiara Martine Menchetti

Storica dell’arte specializzata in iconografia e iconologia con una specializzazione in Storia dell’arte all’università di Pisa. Si forma professionalmente prima come assistente di galleria, Barbara Paci, poi come Direttrice della Galleria Vecchiato Arte. Dal 2019 collabora per Art-Test, società di studi e analisi diagnostiche, per attribuzioni e autenticazioni. Fondatrice del blog Mag Arte, vive di arte e di mare. Ma il suo vero sogno sarebbe stato fare la cantante, cabarettista e ballerina.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *