Egon Schiele Walburga “Wally” Neuzil

Lo sapevate che nei primi anni del 1900 una donna di nome Walburga “Wally” Neuzil era la misteriosa musa del pittore austriaco Egon Schiele?

Fu rappresentata in molti dei suoi dipinti (tra cui alcuni erotici), ed era considerata la sua amante e si prodigava a vendere le opere dell’artista.

Il “Ritratto di Wally” è uno dei capolavori dell’artista, datato 1912, ed è stato soprannominato la “Monna Lisa di Vienna”.

Neuzil proveniva da una famiglia povera, incontrò Schiele quando aveva 16 anni… e per guadagnare qualche soldino wally spesso svolgeva la professione di prostituta.

Nel corso degli anni divenne evidente dai dipinti di Schiele che il suo rapporto con Neuzil era più che professionale ma, anche se lei gli era fedele, Schiele la scaricò per sposare una donna più rispettabile, nel 1915.

Molto probabilmente i due rimasero amanti per tutta la vita.


Chiara Martine Menchetti

Storica dell’arte specializzata in iconografia e iconologia con una specializzazione in Storia dell’arte all’università di Pisa. Si forma professionalmente prima come assistente di galleria, Barbara Paci, poi come Direttrice della Galleria Vecchiato Arte. Dal 2019 collabora per Art-Test, società di studi e analisi diagnostiche, per attribuzioni e autenticazioni. Fondatrice del blog Mag Arte, vive di arte e di mare. Ma il suo vero sogno sarebbe stato fare la cantante, cabarettista e ballerina.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *