Mostra Palazzo Cucchiari

Una bellissima mostra sul mare narrata attraverso ottant’anni di storia di appassionata arte italiana dal titolo Il Mare. Il Mito Storia Natura. Arte italiana 1860-1940, inaugurata il 9 luglio e visitabile fino al 30 ottobre a Carrara, nelle sale del sontuoso e suggestivo Palazzo Cucchiari (sede della Fondazione Giorgio Conti). Una mostra curata e pensata da Massimo Bertozzi. 

L’esposizione è stata suddivisa in sei sezione, ed è un vero e proprio viaggio alla scoperta dell’arte italiana: si parte dai Macchiaioli con Giovanni Fattori e Telemaco Signorini, per proseguire ed arrivare a Giorgio de Chirico e Alberto Savinio e alla metafisica.

Giorgio De Chirico: “Cavalli in riva al mare (Les deux chevaux)”

Ottant’anni di accadimenti importanti, fatti storici sconvolgenti e fondamentali per l’arte italiana: la nascita del Regno d’Italia, la prima guerra mondiale e l’inizio della seconda… e molto altro ancora. Il punto centrale è ovviamente il mare toscano fil rouge di tutti gli artisti esposti a Palazzo Cucchiari.

I due dipinti di Giovanni Fattori danno avvio al percorso espositivo, si passa attraverso a pitture post-macchiaiole con Llewelyn Lloyd, Ulvi Liegi, Mario Puccini tra gli altri, quelle dei livornesi, passando per il divisionismo e il simbolismo con Plinio Nomellini, Benvenuto Benvenuti, Giulio Aristide Sartorio, Adriano Baracchini Caputi, per arrivare alle avanguardie e al futurismo e si giunge al ritorno all’ordine fino alla metafisica, con chiusura del percorso affidata ad artisti come Carlo Carrà, Massimo Campigli, Filippo De Pisis, Arturo Nathan, Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Achille Funi, Mino Maccari.

Con grande gioia scopro che è presente anche una sala dedicata alla scultura con opere di Arturo Martini, Marino Marini, Giacomo Manzù, Francesco Messina. 

“Donna al sole” di Arturo Martini

Ai pittori versiliesi è riservato un importante spazio.

Vi sono esposti Galileo Chini, Moses Levy, Lorenzo Viani, Felice Carena, Arturo Dazzi, Carlo Fontana, Raffaele De Grada, gli stessi Funi e Carrà.

Carlo Carrà – Marina

Siamo molto felici di riprendere, dopo oltre due anni, l’attività della Fondazione Conti, e di riaprire al pubblico Palazzo Cucchiari con questa mostra, che per molti motivi possiamo dire eccezionale”, ha dichiarato Franca Conti, presidente della Fondazione Conti. “Non è un mistero per nessuno che l’esposizione a cui abbiamo lavorato negli ultimi anni e con la quale intendevamo riprendere l’attività dopo la chiusura della pandemia era un’altra, che ancora una volta, com’è nella nostra tradizione, avrebbe fatto affidamento sul nostro rapporto di amicizia e di collaborazione con il Museo Ermitage di San Pietroburgo. Per i motivi che tutti sanno, questa collaborazione si è improvvisamente e brutalmente interrotta, costringendoci a rivedere, più propriamente a ’riscrivere’ del tutto i nostri programmi. Questa mostra, che era un’idea progettuale per i prossimi anni, è diventata di improvvisa attualità. Uno dei prestatori l’ha definita una mostra ’colta e popolare’: speriamo che sia davvero così, perché la nostra intenzione è sempre stata proprio quella di mettere la grande arte a disposizione di tutti”.

È disponibile un catalogo edito dalla Fondazione Giorgio Conti, con testi di Massimo Bertozzi e Daniela Ferrari. Finestre sull’Arte è media partner della rassegna.

Quello che c’è da sapere.

Potete visitare la mostra tutti i giorni tranne il lunedì, giorno di chiusura.

Gli orari: 

agosto e settembre il martedì, il mercoledì, il giovedì e la domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16 alle 20, il venerdì e il sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16 alle 23. 

Nel mese di ottobre, il martedì, il mercoledì, il giovedì e la domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16 alle 20, il venerdì e il sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16 alle 21.

Biglietti: 

intero € 10; ridotto € 8; gruppi 10-29 persone € 8; da 30 in poi € 7; scuole € 4 (2 accompagnatori gratuiti per scolaresche); 

gratuito giovani fino a 8 anni accompagnati dai genitori, portatori di handicap e accompagnatore, giornalisti con tesserino nazionale. 

Per informazioni telefonare al numero +39 0585 72355, inviare una mail a info@palazzocucchiari.it oppure visitare il sito web della mostra.



Chiara Martine Menchetti

Storica dell’arte specializzata in iconografia e iconologia con una specializzazione in Storia dell’arte all’università di Pisa. Si forma professionalmente prima come assistente di galleria, Barbara Paci, poi come Direttrice della Galleria Vecchiato Arte. Dal 2019 collabora per Art-Test, società di studi e analisi diagnostiche, per attribuzioni e autenticazioni. Fondatrice del blog Mag Arte, vive di arte e di mare. Ma il suo vero sogno sarebbe stato fare la cantante, cabarettista e ballerina.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.